Che tempo fa in Australia e come funzionano le stagioni



L’Australia è senza dubbio uno dei luoghi più affascinanti del mondo, di vastissime dimensioni però è anche caratterizzata da diverse topologie di clima. Non tutte le aree australiane posseggono dunque la stessa natura climatica, ci sono ad esempio le vaste parti centrali e occidentali soggette a clima desertico, mentre nel settentrione il clima è decisamente equatoriale, per diventare poi temperato nelle aree costiere del Nuovo Galles del Sud e del Victoria e della Tasmania.  Infine la costa del Queensland si caratterizza per un clima tropicale e sub-tropicale.
All’interno dell’Australia il clima è perlopiù desertico, c’è la presenza di una breve stagione di piogge mentre per il resto dell’anno si assiste ad un clima secco e arido. Le zone più secche corrispondono naturalmente con quelle desertiche, come ad esempio i deserti Great Sandy, Simpson, Gibson, Tanami e Great Victoria.
In generale di puà comunque dire che l’Australia non sia un luogo dalle grandi piogge, in media, durante l’anno cadono meno di 600 mm di pioggia.
Le stagioni australiane sono invertite rispetto alle nostre, trovandosi al di sotto dell’Equatore. L’inverno australiano è tra giugno e settembre, mentre l’estate è compresa tra dicembre e marzo.
Uno dei valori più interessanti del clima australiano è la forte escursione termica tra il giorno e la notte:  si possono avere anche 30°C di differenza tra le temperature minime e massime della stessa giornata.
Se volete visitare l’Australia, i periodi consigliati sono tra settembre e marzo per visitare le zone meridionali del paese (Sidney ad esempio). Per le aree desertiche invece,  il  periodo migliore è tra maggio e ottobre.

climate_australia