Come ripararsi dai fulmini: consigli utili per stare tranquilli!



Quante volte ci siamo trovati nel bel mezzo di un temporale tra fulmini e lampi? Agenti atmosferici che hanno sempre creato un po’ di spavento mandando in tilt elettrodomestici e persone. Forse non tutti sanno che il fulmine è una forte scarica elettrica che si crea all’interno delle nuvole che portano il temporale. In natura ne esistono di due tipi: quelli che si formano dentro la nube e quelli tra la terra e la nube. Quest’ultimi sono i più pericolosi per l’uomo. Ma non allarmatevi perché con un po’ di informazione non è poi così difficile ripararsi durante un diluvio. La prima cosa da sapere è quella di evitare gli alberi e di spogliarvi da tutti gli oggetti di metallo che avete addosso, come collane e bracciali. Se fino a questo momento avete creduto che un albero possa salvarvi da una saetta allora non pensatelo più. La possibilità di diventare degli spiedini arrostiti è sicuramente più alta.

Nel caso in cui, invece, voi foste al mare, è bene che vi allontaniate dal bagnasciuga ed è obbligatorio uscire dall’acqua, anche se siete nel bel mezzo di un bagno rilassante. In casa il rischio diventa decisamente minore, qui si consiglia di spegnere ogni tipo di elettrodomestico, chiudere le finestre ed evitare di parlare al telefono, a meno che non sia un cordless o un cellulare. La questione diventa più complicata se vi sorprende un acquazzone e siete impossibilitati a raggiungere un luogo coperto. In questo caso la cosa più congeniale da fare e accovacciarsi su se stessi, ma ricordatevi di non sdraiarvi mai. Per chi ancora non è tranquillo, infine, c’è l’automobile che è il posto più sicuro per ripararsi mentre piove. Le scariche elettriche, infatti, rimangono solo all’esterno perché, come affermano gli esperti, il campo dentro la macchina è nullo. In ogni caso non fatevi prendere dal panico e mettete in pratica questi piccoli consigli.