Inverno: come proteggersi dal freddo



Il 23 dicembre inizia ufficialmente la stagione invernale, con i suoi lati positivi (neve, settimana bianca, serate con gli amici davanti al caminetto) e con tutti i problemi che derivano da freddo e umidità.
Per prevenire malanni e raffreddori, bisogna imparare a difendersi nel modo giusto dal freddo, adottando tutte le precauzioni possibili soprattutto se si ha a che fare con bambini piccoli e persone anziane affette da particolari disturbi.

Consigli per difendersi dal freddo

Una delle prime regole è quella di coprirsi bene, soprattutto fuori casa. Calze di lana, maglie pesanti, cappotti imbottiti, oltre a cappelli, guanti e sciarpa sono indispensabili. Se si passa molto tempo all’aperto e si usa il telefono (cellulare o VoIP), è buona norma dotarsi di auricolare per non scoprire le mani. In alternativa, si possono usare guanti prodotti con uno speciale tessuto adatto allo schermo touch degli smartphone di nuova generazione.

In casa, bisogna usare i sistemi di riscaldamento portando la temperatura attorno ai 21-22°. Per evitare che l’aria si secchi troppo, si possono usare i classici umidificatori da calorifero. Nonostante il freddo, non bisogna dimenticare di areare l’ambiente, consentendo all’aria di circolare. Per mantenere la temperatura e aiutare casa a riscaldarsi, proteggere l’abitazione dagli spifferi e usare doppi vetri alle finestre.

Anche l’alimentazione è importante: nonostante il freddo, non bisogna dimenticare di bere, anche se si possono consumare bevande calde come tè, tisane e brodo, che aiutano a trattenere il calore. Evitare invece l’alcol, che al contrario di quanto si ritiene comunemente, non aiuta affatto il corpo a scaldarsi.

Fare particolare attenzione agli sbalzi di temperatura, che possono essere pericolosi per la salute. Prudenza, dunque, quando si esce dai mezzi pubblici, si entra in negozio, si sale o scende dalla macchina.

Soggetti a rischio

Le persone con particolari patologie (soprattutto cardiovascolari e respiratorie) dovrebbero evitare di stare all’aria aperta nelle ore più fredde, soprattutto la notte e la mattina presto. Se si è responsabili di bambini molto piccoli o di persone anziane, vigilare costantemente sulla loro temperatura corporea aiutandosi con un termometro.
Sky_with_puffy_clouds