Meteo Capodanno 2012: cosa ci attende?



Il meteo per il 31 dicembre prevede una certa instabilità al sud con forti venti da nord, mentre la saccatura fredda si dirigerà verso i Balcani, lasciando all’Italia delle correnti settentrionali, ma in un contesto più anticiclonico per una nuova avanzata verso est dell’alta pressione delle Azzorre. Pertanto ci sarà da noi ancora instabilità al Sud, su Puglia e basso Tirreno, con qualche rovescio o temporale in esaurimento da ovest nel corso della giornata. Il tempo sarà incerto e insisterà sulla Sardegna, battuta da forti venti di Maestrale, con piogge o rovesci sul versante occidentale della Regione. Nelle altre zone invece ci saranno delle condizioni di bel tempo tranne che sulle Alpi di confine e sulla Valle d’Aosta, dove le correnti da nord porteranno nubi e deboli nevicate, ma con quota in rialzo.
Venti tesi di Maestrale saranno su tutto il Centrosud, in una lenta attenuazione. Nella giornata di Capodanno invece il tempo sarà discreto salvo alcuni disturbi su Alpi confinali ed Isole. L’Italia avrà correnti di aria fredda in afflusso sui Balcani e l’anticiclone delle Azzorre che dovrebbe spostarsi verso il Mediterraneo centrale ed Italia. Il progetto anticiclonico favorirà le correnti mediamente nord occidentali con addensamenti sui confini alpini con residuo nevischio alle quote medie. L’afflusso da ovest di aria mite su quella più fredda insieme alle correnti di Maestrale, determineranno tempo incerto sulle Isole Maggiori, dove ci sarà ancora qualche pioggia o rovescio. In seguito potrebbero esserci delle precipitazioni al Nord, con delle nevicate sulle Alpi.