Metodi e rimedi contro il mal di mare



Spesso quando si va in viaggio ci si imbatte in spiacevoli inconvenienti come ad esempio il mal di mare quando si va in crociera o semplicemente quando si viaggia in mare.

Un problema che affligge non poche persone, anche coloro che vivendo in posti di mare dovrebbero essere maggiormente abituati ai movimenti delle acque marine.

Fortunatamente esistono dei metodi per combattere questo tipo di nausea, anche perché l’estate è alle porte e di certo non si può abbandonare l’idea di andare in barca e quindi è bene trovare alcune soluzioni.

Tra i rimedi più efficaci ci sono di sicuro alcuni farmaci come ad esempio: la meclizina, il dimenidrinato, la ciclizina e la didenidramina. Queste sostanze agiscono interferendo con le vie nervose che collegano il centro del vomito nel cervello e gli altri centri di controllo, favorendo la riduzione della nausea e del vomito.

Però bisogna prestare attenzione agli effetti collaterali di questi antistaminici che in alcuni casi provocano sonnolenza, specialmente se già in precedenza si è già stanchi.

Efficaci sono anche i braccialetti elastici e i cerotti transdermici. I primi si possono acquistare in farmacia o in erboristeria, si indossano al momento di salire in barca, non hanno controindicazioni e vanno bene anche per i bambini.

Per quanto riguarda i cerotti durano tre giorni e vanno messi dietro l’orecchio quattro ore prima di salpare. Tra gli effetti collaterali: sonnolenza, debolezza muscolare, dilatazione della pupilla.

Ma si può combattere la cinetosi anche con dei piccoli trucchetti da adottare durante la navigazione, uno su tutti evitare di sedersi a poppa perchè sul lato posteriore si avvertono maggiormente gli sbalzi dell’imbarcazione, quindi è preferibile porsi al centro dove il tutto viene accusato in maniera ridotta.

È importante anche stare lontani da zone in cui ci sono gas e quindi può essere utile cercare una zona dove soffi aria fresca.

Inoltre è bene mantenersi idratati ma senza esagerare onde evitare turbolenze allo stomaco, sono dunque assolutamente da evitare bibite gassate.
 640px-Lazio_02-06-2006_cagliari_(4)