Scuole chiuse per neve o pioggia: quando?



Tra le macumbe preferite degli studenti c’è quella del cattivo tempo che possa far chiudere le scuole. Pioggia o neve per chiudere le scuole, quanta ne deve cadere? Perché una scuola chiuda per cattivo tempo, è necessario che le strade principali che conducano ad essa siano dichiarate non percorribili da parte della protezione civile. Questo significa, stando agli standard dell’inverno in Italia, che dovrebbe nevicare per almeno 12-24 ore, e la neve deve raggiungere un manto tale da rendere la strada non percorribile o pericolosa anche con le catene.
In caso di pioggia (quanto deve piovere per far chiudere una scuola?), il manto d’acqua deve rendere inagibili le strade e le attività commerciali devono chiudere. Un intervento dei vigili del fuoco in questo senso è un ottimo metro di misura per capire se ci troviamo o meno in uno stato di allerta della protezione civile; nelle grandi città come Roma, invece, il disservizio dei mezzi pubblici di solito va a braccetto con lo stop delle scuole.
La protezione civile, nel giro di pochissimo tempo, ottiene l’ordinanza da parte del Comune che sancisce la chiusura delle scuole. Quest’ordinanza è di carattere amministrativo e va firmata dal sindaco. Il sindaco ha il dovere di emanare ordinanze libere di carattere “urgenti” per garantire la sicurezza e il dovere dell’attività pubblica (nella quale rientrano le scuole). Le scuole di solito restano chiuse uno, due o tre giorni, questo nelle città e nei comuni che non risiedono in montagna, dove le scuole invece potrebbero restar chiuse per neve anche per settimane.