Stagioni dell’Anno Date e Durata per bambini: video



Le stagioni dell’anno possono essere suddivise secondo i parametri meteorologici o secondo i parametri astronomici. Nel primo caso, tra una stagione e l’altra c’è l’intervallo di tempo che passa tra il solstizio (punto in cui il sole raggiunge la massima declinazione sull’asse eclittica) e l’equinozio (punto in cui il Sole si colloca tra l’equatore celeste e l’eclittica). Se invece consideriamo le stagioni seguendo una suddivisione meteorologica, dobbiamo fare riferimento ai mutamenti climatici nelle zone temperate, ad esempio: nelle regioni del Polo Nord e del Polo Sud ci sono soltanto due stagioni, quella della notte polare e quella del Sole di mezzanotte.
Le stagioni, ricordiamo, sono dovute alla diversa esposizione del pianeta Terra, lungo l’asse di rotazione, alla luce e al calore. Di seguito trovate una immagine molto chiara di come le stagioni vengano catalogate seguendo la linea degli equinozi e la linea dei solstizi: potete tenerla in considerazione per avere un disegno delle date e della durata delle stagioni dell’anno. Lo stesso disegno viene utilizzato per comporre il disco delle stagioni quando il ciclo, la durata e le date di queste ultime devono essere insegnate ai bambini.
Se si ha invece a disposizione una enciclopedia digitale, è più facile che si possano utilizzare video ed animazioni interattive per far imparare ai piccoli studenti come funziona il ciclo delle stagioni. Un esempio lo trovate nel video che segue, molto carino, realizzato non proprio appositamente per Youtube, visto lo stile “televisivo” piuttosto vecchio.