Stufe elettriche a risparmio energetico: tutela ambientale, consumo intelligente



Le stufe che utilizzano l’energia elettrica per alimentarsi non possono essere ecosostenibili e hanno anche il problema di avere un alto fabbisogno energetico. La loro comodità è quella di essere versatili e trasportabili, anche se non sono tutte uguali. Sconsigliate le stufe elettriche a resistenza perché vecchie e dai consumi eccessivi, meglio quelle alogene e al quarzo. Le stufe alogene si riscaldano con le lampade, dette alogene, e sono tra le migliori in rapporto qualità-prezzo. Le stufe al quarzo hanno lo stesso funzionamento, solo che sostituiscono il quarzo alla lampada alogena garantendo un minore impatto ambientale nella produzione di energia. Un’altra soluzione è quella della stufa ad infrarossi, dove il calore non è funzionale al riscaldamento dell’aria mas all’oggetto che si trova posizionato di fronte allo strumento, garantendo un buon risparmio energetico e un riscaldamento mirato. Se si fanno scelte adeguate, anche nel settore del riscaldamento mediante l’elettricità si possono conseguire dei buoni risultati in termini di consumo senza sprechi di energia.
Di stufe elettriche a basso consumo energetico ci sono vari modelli con prezzi differenti. Non tutti  le scelgono e preferiscono quelle a bioetanolo che non inquinano. Le stufe elettriche funzionano basandosi sull’effetto Joule: un conduttore che viene attraversato dalla corrente elettrica tende a cedere, sotto forma di calore, energia all’ambiente in cui si trova. In sintesi questi sono i modelli di stufe disponibili attualmente in commercio: Stufa elettrica a resistenza: quella più dispendiosa, capace addirittura di consumare fino a 2.000 Watt. Stufa elettrica alogena: tra tutte la soluzione più economica, e certamente più ecologica, infatti il calore viene emanato da lampade alogene a risparmio energetico. Stufa elettrica al quarzo: Il funzionamento è simile a quello dell’alogena, ma al posto delle lampade alogene troviamo lampade al quarzo che mediamente arrivano a consumare 800 Watt. Stufa elettrica ad infrarossi: in questo caso il calore viene emesso sottoforma di raggi infrarossi capaci di riscaldare gli ambienti.