Vacanze nei Paesi freddi: d’estate una vacanza alternativa



Farsi una vacanza nei Paesi freddi d’estate: perché no? Se nell’altro post vi abbiamo parlato delle occasioni che molti Paesi nel mondo ci sono, a Natale, per passare delle vacanze calde d’inverno, è possibile anche che durante la stagione estiva. In Europa molto viaggiatori scelgono gli Stati scandinavi (Norvegia, Svezia, Finalndia, Isole Aland, Isole Fareo, Svalbard, Penisola di Kola, Carelia) per passare delle vacanze in agosto e dimenticarsi un po’ il clima di mare che si respira in Italia, o che si troverebbe in alte località.
In Europa settentrionale molte vacanze si organizzano come veri e propri itinerari per visitare le capitali “più fredde”, provate a dare un’occhiata ai siti Internet e alle community dedicate a chi viaggia in Europa e leggerete tante divertenti curiosità che non vi aspettavate di trovare lì, a disposizione per una vacanza “alternativa”. Da non dimenticare anche l’Irlanda, l’Islanda, la Groenlandia, paesi nordici che occasionalmente vengono inseriti anche in vacanze destinate al centro-nord del continente (ad esempio, vacanze nella Germania settentrionale o in Belgio o in Lussemburgo).
Le condizioni meteo che si trova in questi Paesi dai climi freddi hanno a che fare con perturbazioni atmosferiche molto forti: aria umida, precipitazioni abbondanti, venti forti. Nei Paesi scandinavi, ad esempio, le perturbazioni atlantiche portano un tasso di umidità nell’aria piuttosto alto, e precipitazioni che nella maggior parte dei casi sono di carattere nevoso. All’attenzione per l’abbigliamento, in questi tipi di clima, dovete affiancare un occhio di riguardo per l’alimentazione. Prodotti calorici e ricchi di proteine e grassi animali andrebbero utilizzati tutti i giorni, e in dosi ridotte.